Il Concorso Internazionale nasce nella prospettiva di diventare, negli anni, competizione vocale di riferimento per la diffusione e lo studio dell’opera mascagnana e verista, con il coinvolgimento di autorevoli esperti del settore, quali sovrintendenti teatrali, direttori artistici, registi, critici musicali e docenti di chiara fama.


Tanti applausi hanno accompagnato sabato sera in Goldonetta gli 11 splendidi finalisti del 1° Concorso internazionale “Voci mascagnane 2022”: dopo due intense giornate di selezione, la giuria presieduta da un artista famoso in tutto il mondo come Roberto Scandiuzzi, ha decretato i 5 vincitori della manifestazione, organizzata dal Dipartimento Mascagni Festival della Fondazione Teatro Goldoni. Questa la classifica finale:

Primo premio al baritono Jungmin Kim
Secondo premio al soprano Giorgia Teodoro
Terzo premio al soprano Arianna Cimolin
Premio Speciale “Galliano Masini” al soprano Valentina Corò
Premio Speciale “Amaro Artista”, al soprano Noemi Umani

Sono davvero felice per la riuscita del primo concorso “Voci Mascagnane” Felice per la partecipazione, che ha visto concorrere 66 partecipanti da 15 paesi e riunito oltre 150 persone al concerto di premiazione finale in Goldonetta. Felice per la qualità artistica della finale, dove tutti avrebbero meritato un premio. Felice, infine, perché Livorno meritava una competizione vocale che abbracciasse, nello stesso momento, la figura di Mascagni, il repertorio verista e della giovane scuola italiana ed un grande cantante lirico labronico che ha fatto la storia del melodramma: Galliano Masini.

Marco Voleri direttore artistico del Mascagni Festival