e

A Livorno l’11 settembre. Gala lirico sinfonico.

 

Volge al termine il Festival Mascagni, di cui abbiamo già fornito notizia in occasione della serata inaugurale (2 agosto). Ciò che gli organizzatori considerano la punta di diamante dell’intera rassegna, è l’imminente “Mascagni Gala” (venerdì 11 settembre, ore 21,15): un concerto lirico sinfonico che vanta la partecipazione di cantanti quali Amarilli Nizza, Sonia Ganassi e Angelo Villari, sostenuti dall’Orchestra della Toscana; sul podio, Beatrice Venezi. In programma brani di Mascagni, Puccini, Leoncavallo, Catalani e Cilea.

Tema estetico dominante della serata è l’amore, presente sia nel melodramma sia nella vita stessa: una riflessione sul parallelo denominatore comune, scritta in prosa da Michele Santeramo. I testi, recitati da Luca Zingaretti, si alternano ai vari momenti musicali. E proprio a Zingaretti il compito di raccontare due momenti ispirati ai personaggi delle opere: un primo momento come rappresentazione di sé, del proprio sentimento da mostrare per il quale gli altri ci giudicano; un secondo momento in cui si è costretti a scendere in quel sentimento più profondo che è solo nostro, personale, e di cui dobbiamo rendere conto solo a noi stessi. Un tentativo di provare a raccontare la differenza, da un punto di vista strettamente personale, tra quel che siamo e quel che vogliamo sembrare.

Di particolare suggestione la cornice naturale entro la quale si svolgerà il concerto: la “Terrazza Mascagni”. Si tratta di un ampio e singolare belvedere proprio sulla riva del mare intitolato al compositore livornese; un luogo particolarmente adatto per lo svolgimento in sicurezza della manifestazione seguendo le norme anti contagio.

Roberto Del Nista

Fonte – http://www.loperaonline.com/2020/09/04/sulla-sua-terrazza-un-mascagni-in-riva-al-mare/