e

Mascagni Night

Venerdi 13 agosto - ore 21.30
Lungomare di Livorno

Venerdi 13 agosto
Lungomare di Livorno
Mascagni Night
Passeggiata Musicale da Ardenza ad Antignano

Solisti del Mascagni Festival
Strumentisti dell’Istituto Superiore di Studi Musicali Pietro Mascagni di Livorno
in collaborazione con l’Istituto Superiore di Studi Musicali Pietro Mascagni di Livorno

Soprani Oleksandra Dery, Eleni Komni, Maria Luisa Lattante, Angeliki Vardaka

Mezzo Soprano Karatepe Tugce

Baritono Veio Torcignani

Pianoforte Massimo Salotti, Eugenio Milazzo, Chiara Mariani

Quintetto di fiati, Quartetto d’archi e Quartetto di clarinetti dell’ISSM Mascagni

 

Un’originale “Passeggiata Musicale” da Ardenza ad Antignano, sul lungomare di Livorno: è il “Mascagni night”, la nuova iniziativa del Mascagni Festival attesa per venerdì 13 agosto a partire dalle ore 21.30 e realizzata in collaborazione con l’Istituto Superiore di Studi Musicali Pietro Mascagni.

Un’occasione speciale per scoprire, passeggiando, pagine dal raro ascolto del repertorio mascagnano: attraverso sei distinte postazioni, prenderà vita spettacolo itinerante, sempre diverso, con un proprio coinvolgente programma musicale. Si parte (procedendo in direzione sud) dal parco pubblico all’altezza dell’Hotel Universal (postazioni 1 e 2), scalinata di antignano (postazione 3), spiaggia delle tamerici (la n.4), Calalonga (n.5), per arrivare al parco dello scoglio della ballerina (n.6); ovviamente il percorso potrà essere fatto anche in senso inverso.

In ciascuna di queste, lo spettatore potrà ascoltare varie formazioni strumentali e vocali, impegnate arie tratte da opere quale I Rantzau, Parisina, Nerone, Zanetto, fino alle più celebri Cavalleria rusticana, L’amico Fritz, Iris e Lodoletta, oltre che trascrizioni per formazioni di archi e fiati tratte dal ricco repertorio del musicista livornese. Particolarmente rari ed interessanti le romanze mascagnane Sera d’ottobre, Rosa, Pena d’amore, Ballata medievale, La stella di Garibaldi e La ballata di maggio, dove sarà facile e piacevole riconoscere l’inconfondibile vena melodica del musicista livornese e l’impeto di tante sue composizioni.

Protagonisti della serata saranno i soprani Oleksandra Dery, Eleni Komni, Maria Luisa Lattante e Angeliki Vardaka, il mezzosoprano Karatepe Tugce, il tenore Enrico Terrone ed il baritono Luca Bruno; al pianoforte Massimo Salotti, Eugenio Milazzo, Chiara Mariani.

Per quanto riguarda le formazioni dell’ISSM Mascagni ascolteremo rispettivamente: quartetto d’archi composto da Arianna Argentieri e Matteo Lo Bracco, violino –  Schirin Massai viola – Giulia Casini violoncello, in “Mascagni, Mein erster Walzer”, trascrizione dalla versione pianistica di Fabio Machiavelli; quartetto di clarinetti (Matteo Castellucci, Paola Primitivi, Michele La Greca, clarinetti; Gabriel Beghini

clarinetto basso) in “Mascagni, Cavalleria rusticana,  Preludio e intermezzo; quintetto di fiati (Brugnoni Chiara flauto; Spinelli Jessica oboe; Ceccanti Adele clarinetto; Vagnetti Lorenzo fagotto;  Cofano Daniele corno) che saranno impegnati in “Mascagni, Isabeau, intermezzo, trascrizione di Fabio De Sanctis De Benedictis.

La partecipazione all’evento è libera, nel rispetto delle norme previste ed attualmente in vigore per il contenimento del covid 19.